La Fase Uno fu un manifesto che riproduceva l’improbabile copertina di una inesistente rivista chiamata Quarantena Enigmistica. Se ne è parlato abbondantemente, ma se siete persone molto distratte ecco qua un resoconto di quel fantastico periodo in cui il peggio sembrava alle spalle e si ricominciava a star fuori fino a tardi (certe sere addirittura fino alle 19,30!!!).

Fu in quel clima di ottimismo e fiducia nel futuro che partorimmo la Fase Due. Grazie al bando Off-Line de La Mole Ancona e grazie soprattutto all’instancabile lavoro occulto degli adepti di NERTO, l’inesistente rivista diventò esistente e l’improbabile copertina diventò più probabile di un Dpcm la domenica all’ora di cena.

Trattasi di una pubblicazione di 16 pagine, stampata in 100 copie numerate a decrescere, contenente al suo interno giochi che fanno ridere, barzellette che fanno piangere, opere d’arte in forma di vignetta e perle di genialità a profusione. Alla realizzazione hanno contribuito autori, creativi, artisti (alcuni dei quali asintomatici ma non per questo meno infettivi) che val la pena menzionare qui di seguito:

Alessandro Gori (Lo Sgargabonzi), Alleg, Cristiano Mix Micucci, Dottor Pira, Enrico Mosconi, Giacomo Rasta Bello, Yuri Romagnoli (Hopnn), Iconografie XXI Secolo (Mattia Salvia), Lo Stato dei Luoghi, Luca Cardinali (Parrocchia Santa Casa di Loreto), Maria Ferroni, Matteo Belluti, Micol A. Mancini, Roberto Burioni, Rugggero Asnago, Silvio Lorusso (Entreprecariat), TommyGun Moretti

L’opera venne presentata ufficialmente il giorno 2 ottobre alla Mole Vanvitelliana di Ancona, alla presenza di alcuni degli autori. Le pagine della rivista, stampate in formato manifesto, furono affisse nel cortile della Mole e lì restarono per una settimana a disposizione degli agenti atmosferici.

Il successo fu notevole, grazie all’affetto di tanti amici, all’attenzione degli organi di stampa e alle numerose condivisioni sui social che hanno fatto parlare di noi anche al di fuori dei confini regionali. Tra i tanti che scelsero di amplificare il nostro messaggio, anche il dottor Roberto Burioni, uomo copertina della rivista, nonché autore di uno dei presenti al suo interno. Il Dottor Burioni è ormai diventato un grande amico di Nerto, tanto da averci promesso che quando sarà finalmente disponibile un prototipo di vaccino contro il virus, saremo noi i primi a testarlo. Grazie Doc, veramente.

Domenica 4 ottobre, non paghi delle emozioni fin lì regalate al pubblico, realizzammo anche un workshop dedicato al mondo del rebus con la partecipazione di Emanuele Miola, linguista, docente universitario e membro della mitica Associazione Rebussistica Italiana. Se vi sembra impossibile far passare velocissime 4 ore cercando di risolvere dei rebus, evidentemente non eravate tra i partecipanti.

Ed è a questo punto che posso smettere di usare il passato remoto, perchè ho da darvi due notizie, una cattiva e una buona. Quella cattiva è che la Quarantena Enigmistica Extended non è in vendita. Eh lo so, mi dispiace, ma stiamo parlando di un’opera d’arte mica di decespugliatore a batteria.
La buona notizia è invece potrete averlo lo stesso. Come? Diventando adepti di NERTO. Le copie rimaste sono esigue e NERTO ha deciso di metterle a disposizione in cambio di un piccolo ma significativo sostegno a questo gruppo artistico a nome collettivo con finalità sociali e socializzanti. Vi basterà seguire questo bel bottone per scoprire come. Troverete anche la tshirt ufficiale della pubblicazione, da sfoggiare con orgoglio mentre siete soli a casa in isolamento fiduciario per fare colpo alle vostre riunioni su zoom.

RICEVI LA QUARANTENA ENIGMISTICA
E così, mentre un lockdown, vista l’ora, è da poco passato, e uno nuovo è pronto ad essere varato, avremo almeno qualcosa tra le mani a ricordarci che anche nei momenti più drammatici si può fare a meno di prenderla troppo sul serio.