domenica
9
aprile
2017
Up to You! /// Little Pony, Wizard League | Freakout Club

Up to You! /// Little Pony, Wizard League | Freakout Club

concerto
 Share 
COPIATO!
0
0
Quando
domenica 9 aprile
21:00
Dove
Freakout Club
Bologna (BO)
MAPPA + INFO
4 eventi in programma
75 eventi ospitati
scheda locale
Artisti presenti
gruppo musicale

TAFUZZY RECORDS presenta LITTLE PONY release party + WIZARD LEAGUE super anteprima. I Little Pony presenteranno, per la prima volta a Bologna, il nuovo Milky White Way (2017, Tafuzzy Records/Octopus Records). In apertura uno dei primissimi concerti (se non il primo) degli appena nati Wizard League.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Wizard League
Sergio, Arianna, Stefano, compagni di merende e di rock.
https://www.facebook.com/WizardLeague/

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Little Pony
Come in una versione al contrario di Daunbailò, lo street artist e sassofonista Ryan Spring Dooley, da Minneapolis Minnesota, dopo aver bighellonato in lungo e in largo per lo stivale raccogliendo nel suo italiano i più svariati accenti, inflessioni dialettali e modi di dire locali, giunge infine a Napoli, dove incontra due musicisti di strada, Marco Guerriero e Fulvio Laudiero, con i quali forma una band, i Little Pony. E proprio nella colonna sonora di un film dello stesso Jarmusch, non sfigurerebbe affatto la musica dei tre, fatta com'è di standard americani, influenze blues, jazz, funk ma resa sempre peculiare e inedita dall'approccio busker punk del trio sax, basso, batteria e dalla tendenza a uno spoken word, figlio della tradizione hip hop, che mette in risalto la divertente e poetica ibridazione linguistica americano/italiana di Ryan. Semplici e sperimentali allo stesso tempo, fuori dal tempo e dalle mode, i Little Pony riescono a evocare stili e suggestioni molto diversi spaziando tra oscurità blues a la Morphine, l'attitudine giocosa e stralunata dei Soul Coughing, la guizzante muscolarità dei Minutemen e l'urgenza dei Violent Femmes.

Nel 2014 è uscito il loro primo disco “We all fall down” per Red Plastic, a cui sono seguite la realizzazione del video per il brano “Devo scappare” e una lunga serie di date, partecipazioni a festival (Crack!, BilBolBul) e una data di spalla ai Califone. Il nuovo “Milky White Way”, uscito per Tafuzzy e Octopus Records, si ispira a una leggenda americana che vede la via lattea come il luogo in cui finiscono a brillare le anime dei morti e con i quali è possibile comunicare attraverso la musica, unico mezzo capace di viaggiare attraversando lo spazio ed il tempo. Come da tradizione della band, i brani del disco spaziano tra vari generi e atmosfere mantenendo però una forte coesione sonora e stilistica e alternando il cantato in americano e italiano. Il disco è stato preceduto dalla pubblicazione on line, sul loro canale youtube, dei video dei singoli “Ciao ne”, “Scuse”, “Cocaine”, “Stalker” e “Don't Cry” ai quali farà seguito quello di “Milky white way” che vedrà un montaggio delle riprese effettuate durante il concerto di presentazione dell'album lo scorso 21 gennaio allo Scugnizzo Liberato di Napoli.

Little Pony:
Ryan Spring Dooley (sax e voce)
Marco Guerriero (basso)
Fulvio Laudiero (batteria)

Discografia:
We all fall down (2014, Red Plastic Label)
Milky white way (2017, Tafuzzy Records / Octopus Records)

Link:
www.facebook.com/littleponynapoli
www.youtube.com/channel/UCYz3prhKaccKfo8Bcc8Bzng

more
Inserito da
calamity jane oltre 2 anni fa