venerdì
25
agosto
2017
KING DONG Festival :: 2017

KING DONG Festival :: 2017

concerto
dj-set
presentazione
 Share 
COPIATO!
1
0
Quando
venerdì 25 agosto
10:00
sabato 26 agosto
20:00
Dove
Circolo Dong
Macerata (MC)
MAPPA + INFO
0 eventi in programma
67 eventi ospitati
scheda locale

KING DONG 2017
------------------------------
CONCERTI E DJ SET
INSTALLAZIONI ARTISTICHE
SPETTACOLI
MOSTRE FOTOGRAFICHE
PROIEZIONI CINEMATOGRAFICHE
============================
FOOD AREA
FREE DISTRO & SHOPS
FREE CAMPING
-------------------------------
In Collaborazione con:
Asap Arts
Locusta Booking
Cybertree Booking
Wakeupandream
---------------------------------

VENERDI 25 / FREE ENTRY
ore 19,30/ apertura porte w/Dj Smegma
ore 20,15 / In Between live
21.00 / Lercio
22.15 / proiezione film '' Io Sono la Vita'' di Stefano Teodori e Giacomo Pecci //
trailer:::https://www.youtube.com/watch?v=iexb1ypAIXY
23.00 / RYF live

---------------------------------

SABATO 26 / INGRES. 5 EU
ore18 / apertura porte w/Stroccamix & Nando Bloody Sound vinyl power
[SECOND STAGE - relax zone]
ore 19 // Paolo Bragaglia live
20 // Cacao

[MAIN STAGE]
21 // Matteo Vallicelli
22 // Warias
23 // HHAVAHH

pre-post-introrno i live // Stroccamix & Nando Bloody Sound dj set

--------------------------------------------
Per tutta la durata del festival:

>DK_017 - una Video installazione di by Marco Bragaglia
>Cinema dentro le stalle - video & film dal mondo assieme a Stefano Teodori (ex Papi Teodori)

--------------------------------------------
In Between [elctro-ambient-soundtrack]
bio:
Luca Maria Baldini nasce a Ravenna nel 1985.
Durante l'adolescenza milita nella band punk-rock C.a.o.s. (Clockwork Ape Of Sound). Parallelamente inizia a sperimentare la musica ambient, contaminando registrazioni analogiche con audio digitali e synth.
Dal 2005 entra a far parte dei Kisses From Mars di cui è tuttora membro. La band ha all'attivo due EP e due album dalle influenze psych e post-rock. Contemporaneamente è bassista per Simona Gretchen nel tour Post-Krieg e collabora alle performance sperimentali del progetto itinerante “Soli Contro Tutti” dell'Associazione Aidoru.
Nel 2012 fonda con Silvia Bigi Ukiyo-e, progetto di arti visuali e sonore, di cui è ideatore, performer e sound editor. L'anno seguente il duo si esibisce nella performance "Observing your skin" presso la galleria Art&Contest di Basilea. Nel settembre 2015 il progetto si aggiudica il premio RAM al MAR Art Museum di Ravenna con l'opera “Nebula”, la cui versione inglese viene esposta nel dicembre dello stesso anno all'interno di una mostra personale presso la galleria Schleifmuhlgasse 12-14 di Vienna. L'anno successivo l'installazione sonora site specific “Matelda”, ispirata all'omonima figura dantesca, viene esposta presso i Chiostri Francescani di Ravenna.
Parallelamente Baldini realizza la colonna sonora dell'opera “Nel ventre delle donne” (2012) e collabora a “Two blend cores” in coppia con lo street artist Mirko Dadich (2013).
Nel 2016 si dedica principalmente alle arti performative e alle soundtrack, tra cui “Anemic Cinema Soundtracks”; la sonorizzazione del film di Man Ray “L'etoile de mér” a cura dei Kisses From Mars in collaborazione con Corrado Nuccini dei Giardini di Mirò. Contemporaneamente lavora alla stesura dell'omonimo album d'esordio, esibendosi in spazi ibridi, come la galleria d'arte Le Cantine di Palazzo Rava, la Rocca Malatestiana di Cesena (con Simonne Jones), il club Au di Vienna e la galleria 12-14 Schleifmulgasse.
Nell'ottobre 2016 la video installazione “The Encounter” con le incisioni di Giuseppe Maestri viene presentata a Vienna e al Museo Mar di Ravenna.

official::::http://www.inbetweensound.com/
fb:::https://www.facebook.com/inbetweensound/
tubo:::https://www.youtube.com/channel/UC23WOl7v_VDMmZqzN2Vmccg
audio:::https://open.spotify.com/album/4rcSfuxrTYuiUlntoM3DpW

RYF [Ravenna / sadcore: love songs for freaks & dead souls]
bio:
R.Y.F. è l'acronimo di Restless Yellow Flowers, nome con il quale Francesca Morello si fa chiamare mentre suona. Progetto partito da una band nella quale suonava e poi scarnificato fino all'osso: chitarra e voce, una sola persona e dei testi cantati con intensità e fragilità.
Il tutto succede tra il 2010 e il 2011 ma prende forma fisicamente con un disco registrato in autunno del 2011 all'Igloo Audiofactory da Enrico Baraldi e masterizzato da Rico Gamondi nel suo Friscerprais studio. Il disco autoprodotto esce il 24 novembre del 2012.
Nel frattempo R.Y.F. suona in Italia e aggiunge anche un paio di concerti a Berlino, aprendo concerti per ?Alos, Ronin, Tre Allegri Ragazzi Morti, Scout Niblet complice il fatto che la sua nuova base e casa è Ravenna, città viva di eventi e concerti.
Nel 2016 il secondo album, registrato da Francesco Giampaoli, masterizzato da duna studio ed edito da Brutture Moderne e in uscita il 19 febbraio.

fb:::https://www.facebook.com/RestlessYellowFlowers/
audio::::http://ryfmusic.bandcamp.com/

Paolo F. Bragaglia [Macerata / electronic pioneer]
bio:
Inizia la propria attività di musicista negli anni '80 come chitarrista partecipando alla prolifica scena new wave italiana e delle Marche con i gruppi Dagon, i Tzar's Re-Vox, i 3B Unit. È in questo periodo che inizia il suo interesse per strumenti come sintetizzatori e drum machine, dedicandosi in seguito sempre più a strumenti elettronici di natura analogica e digitale.
Negli anni '90 realizza diverse colonne sonore per cortometraggi e video che verranno poi pubblicati nel 2002 dalla milanese FridgeZone nel CD dal titolo Kinomuziq. Il disco che vede la partecipazione anche di Steve Piccolo dei Lounge Lizards in alcuni brani, comprende fra le altre cose colonne sonore realizzate per autori come Paolo Doppieri e Beniamino Catena.
Nel 1999 esce il suo primo disco solista dal titolo Magnum Chaos per FridgeZone. Nel disco ad accompagnare i brani di elettronica vi è il violino di Mauro Pagani. Alcuni brani vedono anche la partecipazione di Oliviero de Quintajé.
Nel 2003 l' album Mensura sancisce la collaborazione con Monica Demuru alla voce e vede al basso Matteo Moretti e David Cervigni alle percussioni. Dal brano Doppler effect viene realizzato il videoclip diretto da Paolo Doppieri mentre le immagini del tour che seguì il disco furono curate da Monaldo Moretti.
Dal 2006 Bragaglia cura la direzione artistica del festival di musica elettronica Acusmatiq che si tiene alla Mole Vanvitelliana di Ancona e che ha visto la partecipazione di artisti come Thomas Brinkmann, Chris Cutler, ZAPRUDER filmmakersgroup, Gianpaolo Antongirolami, Fennesz, Luca Miti, Francesco Fuzz Brasini, Otolab, Howie B, Mouse on Mars, Biosphere, Chris & Cosey, costola dei Throbbing Gristle e la realizzazione del Museo Temporaneo del Synth Marchigiano all' interno del festival.
Nel 2010 Paolo F. Bragaglia fonda il duo Synusonde assieme al pianista ravennate Matteo Ramon Arevalos realizzando nel 2011 l' album Yug che mescola sonorità legate alla musica contemporanea con l' elettronica. L' album che esce per la Minus Habens Records vanta collaborazioni con Massimo Simonimi e con l'ondista francese Bruno Perrault.

Wiki:::https://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Filippo_Bragaglia
official:::http://www.paolobragaglia.com/
tubo:::https://www.youtube.com/user/paolobragaglia

Cacao [Ravenna / mindscapes-onanistic plasure.the meaning of pain - minimal tech - kraut - bass & guitar analogic dreams]
bio:
Gran Bomberoni della riviera romagnola,
Matteo & Diego ( o viceversa ) gettano le prime basi inconsce della sublime creatura Cacao in prima media;
quando ancora si leggeva A.L. e usciva "Il suono della strada" del Gran Maestro Gruff.
Diego e Matteo hanno ora più del doppio dell'età portata fieramente a quei tempi e da qualche anno si dilettano a trasporre i loro vizietti in musica.
Entrambi sono membri fondatori della band punk / h.c. Actionmen

fb:::https://www.facebook.com/cacao666/
audio:::https://soundcloud.com/cacao
tubo:::https://www.youtube.com/watch?v=JiZlWeYHJ3o&list=PLGhBW3pBDSfGJfT26WTvQH3v354oExsLQ

Matteo Vallicelli [Forlì / electronic-experimental-soundtrack]
Per la prima volta un italiano è messo sotto contratto da Captured Tracks, la label di Brooklyn che ha plasmato come poche la rivisitazione contemporanea delle sonorità post-punk, wave, jangle-pop e lo-fi.
Si pensi a nomi come Wild Nothing, Blank Dogs, DIIV, Mac DeMarco o a The Soft Moon, il progetto che l’ha accolto negli ultimi anni come batterista. Matteo Vallicelli, classe 1987, di Forlì, oggi attivo anche nei Death Index insieme a Carson Cox (Merchandise), Charles Rowell (Crocodiles) e Marco Rapisarda, si era già fatto notare nella scena indipendente italiana come membro di diverse formazioni punk, tra cui Smart Cops e Wildmen.
Di stanza a Roma e poi, dal 2013, a Berlino, ha iniziato a esplorare l’uso dei synth e delle drum machine, prima di annunciare a sorpresa il suo esordio solista su Captured Tracks. “Primo” uscirà il 3 febbraio 2017 ed è anticipato da “Michelangelo”, suite sintetica, ipnotica e introspettiva dal gusto analogico d’annata.
A gennaio seguirà in tour in Europa uno dei guru dell’elettronica mondiale come Trentemøller.

official:::http://www.capturedtracks.com/matteo-vallicelli
fb:::https://www.facebook.com/matteovallicelli/
audio:::https://matteovallicelli.bandcamp.com/
tubo::::https://www.youtube.com/channel/UCt4gtSdhCI04lGbjLZouAKA

Warias [Venezia / psych-artwave]
Giunti al loro secondo lavoro il duo veneziano rivela la sua ricono- scibile identità, manipolando generi e giocando a nascondino con gli ascoltatori, rimanendo in equilibrio tra new wave, pop e psichedelia. La formazione vede alla produzione artistica Matteo Salviato, già bassista di The Soft moon e Giulio Marzaro, batterista sin dagli esordi.
I due singolarmente hanno alle spalle tour europei, dai basement più lerci del nord europa alle arene più famose, in supporto a nomi enor- mi del calibro di Depeche Mode.
Warias è lo spazio mentale dentro il quale i due producers si muovo- no, curando in prima persona non solo il suono, ma anche l’estetica e l’immaginario visivo e visionario.
Registrato in parte all’aperto tra le fabbriche dismesse del porto di Venezia, “Now it’s Never”cerca nuovi equilibri pop e mischia le carte, rivisitando il synth-pop di matrice new wave in salsa psych, virando il rigore ritmico degli esordi verso la dimensione alternata del tribalismo sintetico e di certo trip hop.
Nonostante la giovane età del progetto, il duo ha già saputo farsi apprezzare a livello nazionale ed internazionale, inanellando colla- borazioni per nomi del calibro di Slow Magic, Soviet Soviet, Dream Koala, Father Murphy, e condividendo il palco, tra gli altri, con Peter Hook e Xiu Xiu.

official:::http://wariaswarias.com/
fb:::https://www.facebook.com/wariaswariaswarias/
audio:::https://warias.bandcamp.com/
tubo:::https://www.youtube.com/channel/UCm4L-Gno7jRv8r6LRkkPbEg

HHAVAHH [Forlì / punk-wave-shoegaze]
Band di Forlì capitanata da Michele Camorani (già attivo in due tra le band italiane punk hardcore più acclamate all’estero ovvero La Quiete e Raein) alla fine degli anni ‘oo, gli Havah sono dediti ad una dark-wave che non lascia speranze con ritmi ripetitivi, testi cupi, chitarre taglienti e testi in italiano.
La prima uscita Hdemoh viene pubblicata da Ammagar nel 2009, seguono Settimana e Durante Un Assedio, entrambi pubblicati da To Lose La Track.
All’inizio del 2015 viene pubblicato un 12” split con His Electro Blue Voice sulla nuova etichetta di Jonathan Clancy Maple Death Records.
Si chiamerà "Contravveleno" e uscirà sempre per Maple Death Records il nuovo album, che vedrà la luce il 15 Settembre 2017.

fb:::https://www.facebook.com/hhavahh/
audio:::http://hhavahh.bandcamp.com/
tubo:::https://www.youtube.com/channel/UCp4IKiZzk0DoRFliOuzTjpg

-------------------------------------------------------------

I M P O R T A N T E
In caso di mal tempo, l'evento NON verra' ANNULLATO! I concerti e le mostre verranno TRASFERITI allo Spazio Comune Tnt Jesi. LA COMUNICAZIONE UFFICIALE del trasferimento avverra' UNO o DUE GIORNI PRIMA della data dell'evento!!!

more
Inserito da
calamity jane circa 5 anni fa