lo zoo di berlino

gruppo musicale
Seguito da 0 utenti

Lo ZOO di Berlino è un trio psichedelico che coniuga rock ed impegno civile.

È un trio rock atipico: niente voce, niente chitarra eppure c’è un sapore pop nella loro musica. Una formula eclettica di fare del post rock, spesso accompagnato da arte visuale.

Mauro Mastracci alias Volpe (batteria), Andrea Pettinelli alias Shelving (hammond, piano rhodes e synth) e Diego Pettinelli alias Echo (basso), nascono all’alba del terzo millennio.

Poco più che maggiorenni i fratelli Pettinelli fondano il Consorzio ZdB, uno studio di registrazione adibito subito a vero laboratorio creativo, dove passano con disinvoltura dal mixer agli strumenti musicali, dalla composizione alla produzione artistica, producendo lavori per AREA, Gianni Maroccolo (Litfiba, CSI, Marlene Kuntz), Nocenzi e Maltese del BANCO.
Dopo un primo CD “live bootleg” distribuito in Giappone dalla Poseidon Production di Hiroshi Masuda, in occasione del tour internazionale del Balletto di Bronzo e dopo tre compilation dell’Underground italiano, nel giugno 2012 lanciano un progetto collettivo in collaborazione con diversi artisti (La linea di Greta con Militant-A degli Assalti Frontali, NOT, L’ipotesi di Aspen, Rumore Rosa, Radici nel cemento, Velvet ecc.).

Il risultato sarà la compilation “Articolo Uno” (13 canzoni per il lavoro), distribuita in digitale dal quotidiano l’Unità, in cui appare una loro singolare versione de “L’Internazionale”, con Patrizio Fariselli degli AREA al pianoforte ed ELIO al flauto traverso e, il cui EP, di prossima uscita, avrà come copertina un bozzetto donatogli dal premio Nobel Dario Fo.

Tra gli ultimi impegni della band: la partecipazione al Collettivo Le Ossa (con Nevruz e Omid Jazi collaboratore dei Verdena); in tour con REZOPHONIC; la produzione del loro prossimo lavoro discografico dal titolo “RIZOMA. Elementi”.

Lo ZOO di Berlino è un trio psichedelico che coniuga rock ed impegno civile.

È un trio rock atipico: niente voce, niente chitarra eppure c’è un sapore pop nella loro musica. Una formula eclettica di fare del post rock, spesso accompagnato da arte visuale.

Mauro Mastracci alias Volpe (batteria), Andrea Pettinelli alias Shelving (hammond, piano rhodes e synth) e Diego Pettinelli alias Echo (basso), nascono all’alba del terzo millennio.

Poco più che maggiorenni i fratelli Pettinelli fondano il Consorzio ZdB, uno studio di registrazione adibito subito a vero laboratorio creativo, dove passano con disinvoltura dal mixer agli strumenti musicali, dalla composizione alla produzione artistica, producendo lavori per AREA, Gianni Maroccolo (Litfiba, CSI, Marlene Kuntz), Nocenzi e Maltese del BANCO.
Dopo un primo CD “live bootleg” distribuito in Giappone dalla Poseidon Production di Hiroshi Masuda, in occasione del tour internazionale del Balletto di Bronzo e dopo tre compilation dell’Underground italiano, nel giugno 2012 lanciano un progetto collettivo in collaborazione con diversi artisti (La linea di Greta con Militant-A degli Assalti Frontali, NOT, L’ipotesi di Aspen, Rumore Rosa, Radici nel cemento, Velvet ecc.).

Il risultato sarà la compilation “Articolo Uno” (13 canzoni per il lavoro), distribuita in digitale dal quotidiano l’Unità, in cui appare una loro singolare versione de “L’Internazionale”, con Patrizio Fariselli degli AREA al pianoforte ed ELIO al flauto traverso e, il cui EP, di prossima uscita, avrà come copertina un bozzetto donatogli dal premio Nobel Dario Fo.

Tra gli ultimi impegni della band: la partecipazione al Collettivo Le Ossa (con Nevruz e Omid Jazi collaboratore dei Verdena); in tour con REZOPHONIC; la produzione del loro prossimo lavoro discografico dal titolo “RIZOMA. Elementi”.

0 eventi in programma segnala evento

Non ci sono eventi in arrivo per questo artista
0 eventi passati

Non ci sono ancora eventi passati per questo artista
Inserito da
calamity jane oltre 5 anni fa